Contenuto principale

7 Progetti del Liceo Artistico di Rossano in mostra alla Biennale di Venezia

 

Il concorso nazionale “New design”, organizzato dal Miur, nell’edizione del 2018 ha proposto a tutti studenti dei Licei Artistici italiani un’esperienza di progettazione finalizzata a riflettere sul tema del design nel futuro.

Ben 7 sono i progetti del Liceo Artistico di Corigliano-Rossano selezionati per partecipare al concorso “New Design” ed esposti all’interno del padiglione Education nella Biennale di Venezia.

Non è la prima volta che progetti del Liceo Artistico sono stati selezionati; già nell’edizione del 2017 erano stati scelti due elaborati.

I 7 progetti selezionati per l’edizione del 2018 sono stati realizzati dagli studenti del triennio sotto il coordinamento dei docenti Luigi Colella e Pasquale Costantino.

-Il progetto “Gewachshaus” è stato realizzato da Francesco Morelli e consiste in una serra da appartamento che sfrutta le tecniche di coltura idroponiche e che, solo grazie all’acqua e all’illuminazione sistemata all’interno della serra, riesce a far crescere piante officinali in tutti i periodi dell’anno.

-“Cucù: l’orsacchiotto dell’accoglienza” è il progetto realizzato da Brunella Famigliulo e consiste in un peluche al cui interno trova posto un dispositivo che funge da traduttore istantaneo, questo oggetto è stato pensato per essere distribuito ai profughi più piccoli che, non conoscendo la lingua del paese d’arrivo, hanno l’esigenza di comunicare con i soccorritori.

-Il progetto realizzato da Rossella Cara si chiama “Clori” ed è una pensilina la cui struttura ha la forma stilizzata di una donna che sorregge una foglia coperta da un pannello solare che illumina la fioriera e la parte bassa della struttura dove trovano posto una panchina e una rastrelliera per biciclette.

-“Desk Lawn” è un prato da scrivania progettato da Maria Teresa Cosentino che viene annaffiato da un sistema che rilascia l’acqua da una semplice bottiglia di plastica. Lo scopo di questo progetto è quello di rendere più piacevoli le ore di lavoro al computer.

-“Proiettore Multifunzionale” è il progetto realizzato da Chiara Laudonia; si tratta un proiettore che richiama la forma di un’onda e presenta uno schermo touch, che consente di disegnare degli schizzi e modificare file proiettati da una pennetta USB, il tutto alimentato dall’energia solare.

-Marianna Rotondo ha realizzato il progetto “Energy Tree” che consiste in un albero artificiale, la cui chioma è composta da foglie flessibili che fungono da pannelli solari. Un’altalena permette al bambino che la utilizza di illuminare una sfera al centro dell’albero grazie all’energia cinetica.

-Il progetto “TV per istruzione di qualità” è un espositore multimediale composto da quattro schermi sistemati sulle facce laterali di un cubo, che può essere usato per la riproduzione di video, immagini e vari contenuti all’interni di musei e scuole.

Una delegazione composta dal docente Pasquale Costantino e dall’alunno Francesco Morelli si è recata a Venezia insieme ad altre 54 rappresentanze degli altri istituti i cui elaborati sono stati selezionati.

La prima attività degli studenti e dei docenti è stata la visita ad una vetreria di murano dove è stato illustrato il processo produttivo, completamente artigianale, rimasto pressoché invariato nel corso dei secoli, che porta alla realizzazione dei celebri vetri di Murano.

Successivamente le delegazioni hanno visitato l’arsenale, un ex cantiere navale, i cui vecchi magazzini sono stati adibiti a padiglioni. I progetti selezionati erano esposti nel padiglione education, adiacente a quello Italia, lo stesso giorno c'è stata l’inaugurazione della mostra con la presenza delle più alte personalità del ministero dell’istruzione.

Dopo la visita all’arsenale della biennale gli studenti e i docenti hanno visitato il museo Guggenheim, situato nella dimora veneziana di Peggy Guggenheim, collezionista e promotrice dell’arte moderna, all’interno di questo museo trovavano posto dipinti di artisti quali Mirò, Kandiskij, Pollok, Picasso e molti altri.

La giornata successiva c'è stata la premiazione del concorso e la visita ai giardini della biennale, un suggestiva area verde, all’interno della quale si trovano i vari padiglioni costruiti nei primi anni del 900 dalla volontà degli stati stranieri di mantenere buone relazioni diplomatiche con il Regno d’italia.

La giornata si è conclusa con l’esclusiva e riservata visita fuori orario del palazzo ducale, cuore della politica veneziana e residenza del Doge. Agli studenti e ai docenti è stato illustrato il complesso apparato politico dello stato Veneto, oltre che le inestimabili ricchezze del palazzo, appartenute alla incontrastata potenza dei mari.

Il dirigente scolastico del Polo Liceale I.I.S. LS-LC-LA  Dott. Antonio Franco Pistoia esprime vivi apprezzamenti agli studenti e ai docenti per il traguardo raggiunto.

Guarda le foto