Contenuto principale

active citizens

Active Citizens Erasmus Plus, settembre 2016

Fare esperienza di Europa a scuola

 

Si è concluso da poco, il 12 settembre, lo Scambio Giovanile dal titolo “Active citizensvolunteers in myvillage” che si è tenuto a Milcoveni, un villaggio rurale della Romania, a partire dal 31 agosto. Il nostro Istituto è stato coinvolto nell’esperienza dall’Associazione Futuro Digitale, partner, insieme ad altri quattro enti, del progetto che rientra nel quadro del programma europeo ERASMUS +.

Otto i ragazzi coinvolti guidati da un’insegnante. Cinque i Paesi interessati: Italia, Romania, Bulgaria, Slovacchia, Ungheria. Undici le giornate di attività. 

Il tema affrontato è stato il volontariato. I ragazzi hanno riflettuto su come essere cittadini attivi nelle proprie realtà di provenienza e lo hanno fatto in una maniera molto coinvolgente e interessante: educazione non formale si chiama e si serve di teatro, musica, movimento, immagini e parole. La lingua utilizzata per la comunicazione è stata l’inglese e costante è stato il richiamo ad accantonare le lingue nazionali.

L’Europa si è respirata e si è vissuta in ogni momento di quelle giornate.

Soddisfatti per l’esperienza vissuta, i ragazzi sono ritornati a casa più carichi e più ricchi.

Di seguito le riflessioni dei partecipanti:

È stata una bellissima esperienza che mi ha aiutato a crescere e amigliorare il mio inglese, inoltre mi ha permesso di conoscere altre culture e costumi di Paesi diversi”, dicono Francesca, Maria Elena, PiaGiuseppe e Andrea.

Partecipare al progetto Active Citizens-Volunteers in myVillage è stata un'esperienza entusiasmante poiché abbiamo avuto l'opportunità di rapportarci con giovani di altre nazionalità. Abbiamo potuto conoscere costumi e abitudini di altri popoli europei e nello stesso tempo abbiamo dato agli altri la possibilità di conoscere qualche elemento della cultura e degli usi italiani anche in campo culinario” (Alessandra).

Poche settimane fa,in compagnia di splendidi compagni di viaggio tra cui la professoressa Filomia,ho avuto il gran piacere di visitare uno dei paesi che mai mi sarei aspettato di vedere ,ovvero la Romania. Abbiamo frequentato per circa 11 giorni un corso di volontariato  , il cui fine principale era l'avvicinamento di più nazioni,quali Slovacchia,Bulgaria,Romania ed Ungheria,creando così uno scambio culturale di lingua e tradizioni europee ed,inoltre, il miglioramento dell'inglese,cosa molto importante per il nostro futuro. Molto scettico ed anche un po' timoroso prima della partenza, mi sono subito ricreduto appena arrivato: alcuni ragazzi ci hanno accolto e da lì è iniziato il nostro viaggio alla scoperta di questo nuovo fantastico mondo” (Michele).

Grazie alla riuscitissima collaborazione tra la mia scuola e Futuro Digitale ho avuto la grande opportunità di poter prendere parte ad un progetto interculturale,Erasmus+. L'organizzazione è riuscita a fondere momenti di serietà a quelli più leggeri,creando un'atmosfera di grande amicizia e sintonia tra tutti i gruppi. È stato utile sotto molti punti di vista: Ho messo in gioco il mio inglese,imparato a conoscere e rispettare altre culture ed a prendere coraggio nel parlare davanti a persone estranee. Sono tornato con un bagaglio ricco di nuove cose. È stata un'esperienza che non dimenticherò mai “(Simone).

Quando la scuola, raccordandosi col territorio, riesce a fornire occasioni di riflessione e di crescita ai propri studenti, sta facendo correttamente il suo lavoro.

Barbara Filomia

logofuturodigitale>>>IL NOSTRO PROGETTO SUL SITO DI FUTURO DIGITALE

Articolo GAZZETTA DEL SUD del 01/10/2016 a firma di Anna Russo:

gazzetta sud erasmus

 

Guarda sulla nostra pagina FB le foto dell'esperienza:

act cit