Contenuto principale

 logo liceo sportivo

N.B. Questo indirizzo verrà attivato nell'a.s. 2017/2018 se autorizzato dal piano di dimensionamento regionale

con un numero di iscrizioni sufficiente a costituire una prima classe,

pertanto sarà obbligatorio esprimere una seconda preferenza all'atto dell'iscrizione on-line,

come da indicazioni della Circolare Ministeriale 22 del 21/12/15.

PER LE ISCRIZIONI ON LINE: http://www.iscrizioni.istruzione.it/

 

Gli Uffici di Segreteria restano a disposizione per qualsiasi chiarimento e per supportare le Famiglie nelle operazioni telematiche.

 

N.B. IL LICEO SPORTIVO RIENTRA STRUTTURALMENTE NEL SISTEMA DEL LICEO SCIENTIFICO, COME SPECIFICATO DALL'ART. 3 DEL D.P.R. 52/2013

 


LA FREQUENZA DI UN LICEO E IL SUPERAMENTO DELL'ESAME DI STATO PORTANO AL CONSEGUIMENTO DI UN DIPLOMA (Liceo Scientifico / Classico / Artistico) SPENDIBILE NEL MONDO DEL LAVORO, ATTRAVERSO LA CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE ACQUISITE, E DELLE UNIVERSITA' (NORMATIVA DI RIFERIMENTO: RIORDINO DEI LICEI)

Al fine di offrire la corretta informazione alle famiglie ed agli alunni si chiarisce che la frequenza ai Licei Scientifico con indirizzi Linguistico/Sportivo, Classico, Artistico, Musicale e Coreutico, con il superamento dell’Esame di Stato alla fine del 5° anno, consente agli alunni di conseguire, al pari degli Istituti Tecnici e Professionali, il diploma spendibile nel mondo del lavoro con apposita certificazione delle competenze acquisite. La riforma dei Licei, introdotta dalla Legge 133 - 8 agosto 2008, infatti, abolisce la vecchia “maturità” che obbligava alla iscrizione alle Università.
Gli alunni potranno scegliere, liberamente, di inserirsi nel mondo del lavoro o di continuare gli studi nelle Università, nella Alta Formazione Tecnica, nelle Accademie.


Il nuovo indirizzo e le sue finalità

Rispetto al Liceo Scientifico tradizionale questa sezione si caratterizza per il potenziamento di Scienze motorie e sportive e di Scienze naturali; sono presenti inoltre, in sostituzione di Latino e di Disegno e Storia dell’arte, gli insegnamenti Diritto ed economia dello sport e Discipline sportive. In quest'ultima materia si approfondiscono teoria e pratica di molti sport, la cui scelta sarà rimessa all'istituzione scolastica, in relazione alla realtà territoriale e alle strutture sportive disponibili e ai bisogni dell’utenza.

Profilo in uscita

È quello di uno studente che ha notevoli competenze in ambito scientifico, grazie anche alla particolare curvatura che le discipline introdotte assumono nel contesto degli insegnamenti caratterizzanti il liceo scientifico: lo studio e la pratica delle discipline sportive ha naturali connessioni con la fisica, la biologia, la fisiologia, la biomeccanica, la chimica, la statistica .
Il percorso di studi evidenzia inoltre l’aspetto pluridisciplinare dello sport, che si distingue anche per il suo ruolo sociale, contribuendo al senso civico degli studenti, favorendo l’aggregazione, l’integrazione e la socializzazione.

Gli studenti, a conclusione del percorso di studio, oltre a raggiungere i risultati di apprendimento comuni ai percorsi liceali ed i risultati di apprendimento specifici del liceo scientifico di cui all’Allegato A al decreto del Presidente della Repubblica 15 marzo 2010, n. 89, dovranno:

  • saper applicare i metodi della pratica sportiva in diversi ambiti;
  • saper elaborare l’analisi critica dei fenomeni sportivi, la riflessione metodologica sullo sport e sulle procedure sperimentali ad esso inerenti;
  • essere in grado di ricercare strategie atte a favorire la scoperta del ruolo pluridisciplinare e sociale dello sport;
  • saper approfondire la conoscenza e la pratica delle diverse discipline sportive;
  • essere in grado di orientarsi nell’ambito socio-economico del territorio e nella rete di interconnessioni che collega fenomeni e soggetti della propria realtà territoriali con contesti nazionali ed internazionali. (Decreto del Presidente della Repubblica 15 marzo 2010, n.89)

Gli sbocchi professionali

La preparazione e il tipo di formazione acquisite permettono di proseguire con successo lo studio universitario, oltre che nei corsi di laurea di settore (Scienze Motorie, Sport e Salute; Scienza, tecnica e didattica dello sport; Scienza dell'attività fisica per il benessere; Scienze e Tecnologie del Fitness e dei prodotti della Salute ...), in tutti i corsi di laurea ad indirizzo medico, paramedico, scientifico e tecnologico. L’indirizzo apre inoltre un ampio ventaglio di possibilità nello sport business, nel management dello sport, nel giornalismo sportivo e nelle professioni legali nello sport, ma anche e soprattutto in tutti quei settori dove è necessaria la presenza di:

  • preparatori fisici esperti nella programmazione e nella conduzione dei programmi di allenamento;
  • esperti da utilizzare nell’ambito di palestre, gruppi sportivi e centri di benessere, con competenze professionali di natura multidisciplinare, finalizzate allo sviluppo e mantenimento del benessere psicofisico;
  • organizzatori e coordinatori di eventi sportivi agonistici e di tipo amatoriale e di attività fisica di carattere ricreativo, educativo, sportivo, in strutture pubbliche e private;
  • consulenti di società ed organizzazioni sportive, dirigenti, gestori di palestre e centri sportivi pubblici e privati; consulenti per le strutture impiantistiche e dello sport sul territorio;
  • operatori nella comunicazione e gestione dell'informazione sportiva.

Le discipline caratterizzanti il Liceo Sportivo

I contenuti disciplinari e gli obiettivi specifici di apprendimento degli insegnamenti presenti nel piano degli studi del Liceo Sportivo sono quelli riportati nelle “Indicazioni nazionali” del corrispondente piano di studi del Liceo Scientifico. Nulla cambia dunque rispetto ai programmi di Lingua e letteratura italiana, Lingua e cultura straniera, Storia, Geografia, Filosofia, Matematica, Fisica, Scienze naturali.
Rispetto al corso tradizionale, l’indirizzo sportivo ha inoltre delle specificità di contenuto, soprattutto nelle discipline caratterizzanti il corso, che possono essere così riassunte.

FISICA - L’apprendimento della Fisica avviene in stretto collegamento con gli insegnamenti “Scienze motorie e sportive e “Discipline sportive”, con l’obiettivo di favorire l’apprendimento delle tematiche concernenti la cinematica, la meccanica e la statica. Lo studente maturerà inoltre competenze specifiche sul tema della misura e in materia di teoria degli errori, con riferimento alle applicazioni in campo sportivo.

SCIENZE NATURALI: CHIMICA, BIOLOGIA, SCIENZE DELLA TERRA - I contenuti disciplinari fondamentali delle scienze naturali, in particolare delle scienze della Terra, della Chimica e della Biologia, sono integrati da moduli specifici in riferimento all’ambito sportivo:

  • lo studio della chimica organica è orientato alla comprensione dei meccanismi chimico-biologici dell’apparato umano impegnato nel gesto atletico;
  • nello studio della genetica si approfondiscono i temi collegati alle ricerche sulle potenzialità atletiche e sul doping;
  • nello studio degli apparati e dei sistemi dell’organismo umano si privilegiano gli aspetti relativi alla fisiologia associata al gesto motorio dell’attività sportiva;
  • si studiano i limiti del corpo umano;
  • si trattano i principi base di Scienza dell’alimentazione;
  • si affronta la problematica dell’impatto degli impianti sportivi sugli ambienti nei quali si esercita l’attività amatoriale ed agonistica degli sport outdoor.

DIRITTO ED ECONOMIA DELLO SPORT - Al termine del corso lo studente è in grado di:

  • interpretare il fenomeno sportivo sotto il profilo dei soggetti, delle correlative responsabilità e degli organi deputati ad accertarle alla luce delle fonti normative più significative;
  • interpretare le dinamiche economiche del mondo sportivo, di riconoscere le implicazioni economico-aziendali e gestionali connesse al fenomeno sport e di analizzare le metodologie e le strategie di marketing e comunicazione applicate allo sport.

DISCIPLINE SPORTIVE - Le tematiche trattate sono:

  • Fitness e allenamento;
  • Attività sportive;
  • Fisiologia dell’esercizio fisico;
  • Gruppi muscolari interessati;
  • Metodi e test di allenamento;
  • Attività sportive competitive e non competitive;
  • Teoria e pratica delle discipline dell’atletica leggera;
  • Sport individuali, sport di squadra, sport combinati;
  • Sport di combattimento;
  • Tecniche per la prevenzione dei danni della pratica sportiva;
  • Attività motoria e sportiva per disabili e sport integrato;
  • Fondamenti delle teorie di allenamento tecnico-pratico e di strategia competitiva degli sport praticati;
  • Conoscenza della letteratura scientifica e tecnica delle scienze motorie e sportive.

SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE

 Attività pratica:

  • ampliamento delle capacità coordinative, condizionali ed espressive al fine di realizzare schemi motori complessi;
  • esercitazioni ai piccoli e grandi attrezzi ginnici per migliorare la destrezza generale (elementi di acrobatica);
  • esercitazioni individuali, in gruppo, in circuito e alle macchine isotoniche;
  • test motori di autovalutazione con utilizzo di tabelle di riferimento e strumenti tecnologici.

Attività teorica:

  • il corpo umano e la sua funzionalità;
  • le implicazioni e dei benefici indotti da una attività fisica praticata in modo regolare;
  • i principi fondamentali di prevenzione per la sicurezza personale in palestra, a casa e negli spazi aperti;
  • i principi generali di una corretta alimentazione e del suo utilizzo nell’ambito dell’attività fisica;
  • sport, regole e fair play;
  • salute, benessere, sicurezza, prevenzione.

 

PIANO DEGLI STUDI  

  1° biennio 2°biennio  5°anno

Attività e insegnamenti obbligatori per tutti gli studenti

1°anno 2°anno 3°anno 4°anno

Lingua e letteratura italiana

4 4 4 4 4

Lingua e cultura straniera

3 3 3 3 3

Storia e geografia

3 3      

Storia

    2 2 2

Filosofia

    2 2 2

Matematica*

5 5 4 4 4

Fisica

2  2 3 3 3

Scienze naturali**

3 3  3  3 3

Diritto ed economia dello sport

    3 3 3

Religione cattolica o attività alternative

1 1 1 1 1
 TOTALE ORE SETTIMANALI 27  27  30  30 30

 

* con Informatica al primo biennio

** Biologia, Chimica e Scienze della Terra

N.B. È previsto l’insegnamento, in lingua straniera, di una disciplina non linguistica (CLIL) compresa nell’area delle attività e degli insegnamenti obbligatori per tutti gli studenti o nell’area degli insegnamenti attivabili dalle istituzioni scolastiche nei limiti del contingente di organico ad esse annualmente assegnato.